itenfrdees

"L′Associazione onlus ""Nessun uomo è un′isola"" ha conosciuto il Presidente dell′AIVITER, Avv. Dante NOTARISTEFANO, in momenti ufficali e individuali di ricorrenze delle vittime del terrorismo.

Quando abbiamo allestito nel Braccio Femminile del Museo del carcere ""Le Nuove"", nel 2008, la Sezione riservata agli Agenti di Custodia: Lorenzo Cutugno e Giuseppe Lorusso, e agli Agenti di Pubblica Sicurezza: Salvatore Lanza e Salvatore Porceddu, il Presidente dell′Aviter fu presente ed intervenne portando la sua testimonianza personale e dando voce a chi non può più parlare.
Quando inaugurammo la mostra sulle vittime del terrorismo nel Primo Braccio (famigerato 1. Braccio tedesco) nel Museo del carcere ""Le Nuove"", egli ricordò il contributo di sangue versato in Torino, città particolarmente colpita dal terrorismo. Gli studenti lo ascoltavano con grande reverenza.

Alla commemorazione annuale dell′agente di Custodia, Giuseppe Lorusso, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979, il Presidente spesso interveniva parlando agli alunni della Scuola Media ""Croce-Morelli"", che ha adottato questa lapide con la microstoria di un uomo buono che avrebbe avuto il torto di indossare una divisa in nome dello Stato italiano.
Non mancava alla S. Messa che si celebra ogni anno per pregare in suffragio delle vittime del terrorismo, richiamando il senso cristiano della sofferenza delle persone uccise e dei relativi congiunti ed amici.

Per i giovani di oggi, la sua vicenda personale e i patimenti di tanti cittadini terrorizzati, gambizzati e uccisi non solo dai terroristi rossi, ma anche da quelli neri e mafiosi di ieri è storia per le nuove generazioni, che purtroppo scoprono ogni giorno con l′intera società come questi atti disumani e crudeli si ripetono con indicibile dolore individuale e collettivo.

Per tutta la nostra Associazione ""Nessun uomo è un′isola"" il Presidente Avv. Dante Notaristefano, coerente fino in fondo con i principi e i valori civili ed etici, sanciti dalla nostra Costituzione , è uno stimolo a continuare la sua testimonianza su questo spaccato storico dell′Italia e dell′Europa. Lo scopo è fare memoria del bene comune per una convivenza pacifica e rispettosa fra tutti i popoli e gli Stati.

Del suo esempio ed insegnamento di vita ci sforzeremo di ricordarci sempre e ovunque.

Grazie di cuore. Una preghiera.

Tante condoglianze alla famiglia e all′Associazione AIVITER di Torino.

Torino, 19-02-2015

L′Associazione Onlus "Nessun uomo è un′isola"

Presidente: Prof. Felice Tagliente

Vai all'inizio della pagina