itenfrdees

NIKOS BELOYANNIS - Una vicenda umana, politica e di solidarieta’ internazionale

MOSTRA  STORICO FOTOGRAFICA - Una puntuale documentazione sulla storia greca dal 1912 al 1974
dal 1 al 30 OTTOBRE 2018, dal lunedì al sabato dalle ore 15.30 alle ore 17, la domenica dalle ore 15 alle ore 19. Ingresso libero.

a cura dell'Associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa"


Chi era Nikos Beloyannis

Nikos Beloyannis nasce il 22/12/1915 ad Amaliada, in Grecia. Sin da giovane è impegnato politicamente nella sinistra greca. Per le sue idee viene perseguitato e imprigionato.

Quando, prima l'Italia e poi la Germania,invadono la Grecia, pur essendo in stato di detenzione, riesce a fuggire e a partecipare alla resistenza armata.

Dopo la seconda guerra mondiale e la sconfitta dei Comunisti nella guerra civile greca, lascia il Paese.

Torna clandestinamente in Grecia nel 1950, è arrestato con l’accusa di essere membro di un partito dichiarato fuorilegge e spia dell'Unione Sovietica.

Viene processato da un tribunale militare.Tra i suoi giudici Ghiorgos Papadòpoulos che sarà il capo della giunta dei colonnelli greci (1967-1974).

In carcere scrisse «Il capitale straniero in Grecia» e «Progetto per una storia della letteratura neogreca».

Malgrado una campagna internazionale a suo sostegno a cui aderirono, tra gli altri, i lavoratori di molti Stati, Charlie Chaplin, Charles de Gaulle, Jean Cocteau, Jean Paul Sartre, Picasso, il 30 marzo 1952 venne fucilato.

La mostra ripercorre il periodo storico in cui è vissuto Beloyannis e prosegue fino al 1974, data in cui la Grecia ha raggiunto la normalizzazione democratica.


Iniziative

Venerdì 5 Ottobre, ore 18

(presso la sala polifunzionale del Museo de Le Nuove)
Inaugurazione della mostra.
Intervengono:
Felice Tagliente, presidente del Museo dell'ex carcere "Le Nuove"
Alexis Tsoukiàs, presidente associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa",
Dario De Jaco, presidente emerito associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa",
Roberto Ferraris, presidente A.N.P.I. sezione Beloyannis Milano,
Spyros Sakellaropoulos, Università Panteion di Atene,
Bruno Segre, presidente A.N.P.P.I.A di Torino.

Martedì 9 Ottobre, ore 18.00

(presso il Cinema Massimo, Via Verdi 18 - TO)
Proiezione del film "L'Uomo con il garofano" di Nikos Tzimas (Grecia,1980).
Interviene
Fivos Ghikòpoulos, protagonista del film e professore emerito, Università di Salonicco.
Introduce
Amalia Kolonia, Università statale di Milano.

Domenica 14 Ottobre, ore 17

(presso  la sala polifunzionale del Museo de Le Nuove)
Spettacolo di danze popolari e poesie greche sul tema del carcere con l'attrice Eleni Molos, il Coro «Noi ci proviamo» ed il Gruppo di Danze dell'associazione Piemonte-Grecia «Santorre di Santarosa» diretto dal coreografo Vassilis Polizois.
Introduce
Dario De Jaco, presidente emerito dell'associazione.

Martedì 16 Ottobre, ore 18

(presso  la sala polifunzionale del Museo de Le Nuove)
"La prigione come scuola" -Nell’Italia fascista e in Grecia: Nikos Beloyannis e Yannis Ritsos.
Intervengono
Maria Caracausi, Università di Palermo
Amalia Kolonia, Università statale di Milano
Boris Bellone, segretario A.N.P.P.I.A di Torino
Alessandro Monchietto, Università di Torino. 

Lunedì 22 Ottobre, ore 18

"La prigione come amore" - Storie vere di sentimenti e detenzione per motivi politici.
(presso la sala polifunzionale del Museo de Le Nuove)
Intervengono
Luciana Castellina, politica e scrittrice
Amalia Kolonia, Università statale di Milano
Alexis Tsoukiàs, presidente associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa"
Dario De Jaco, presidente emerito associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa".

 

Per informazioni: 

Associazione Piemonte-Grecia"Santorre di Santarosa"

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Cell.: 339 1360447

Informazioni aggiuntive

  • Dal: Lunedì, 01 Ottobre 2018
  • Al: Martedì, 30 Ottobre 2018
Download allegati:
Vai all'inizio della pagina